Giovanni Job
"Segni colore e screziature"

a"Screziata", olio su tela, 1999 "Teresa", acrilico - olio su carta, 2000

Comunicato stampa – con preghiera di pubblicazione

 

LUOGO

Galleria d’Arte “Cristina Busi”  Chiavari

DATA

26 Settembre – 25 Ottobre 2009

ORARIO

10/12 – 16/19,30

chiuso l’intera giornata del lunedì

e la mattina del martedì

 

 

GIOVANNI JOB  – Nasce a Magnano (UD) nel 1950, ma si trasferisce giovanissimo a Chiavari dove frequenta l’Istituto Statale d’Arte e dove attualmente vive e lavora. Si dedica alla pittura dopo aver lavorato come fotografo, grafico pubblicitario ed avere aperto la Stamperia d’Arte a Chiavari nel 1975.
 

Dal 1975 partecipa a rassegne collettive in Italia e all’estero e tiene numerose mostre personali sviluppando una ricerca sulla memoria nell’arte: Visibile apparente a cura di Sandro Ricaldone (1988), Mito, graffiti e calce a cura di Marisa Vescovo (1991), Attacco al museo a cura di Rossana Boscaglia (1994), La stanza di Diomede a cura di Sandra Solimano (1995).
 

   Realizza le vetrate della chiesa di San Pier di Canne, un lavoro grandioso, che si è svolto nell’arco di quattro anni e che si è tradotto in 32 vetrate istoriate in cui presente e passato convivono. Gli scenari sono rivisitazioni della pittura antica dove l’artista include la contemporaneità attraverso l’inserimento di autentici ritratti di personaggi, gente del luogo.
 

Nei lavori più recenti la scelta dei soggetti è compiuta selezionando immagini dalla carta patinata; proseguendo oltre una prima interpretazione puramente estetica, paiono profonde le connessioni e le assonanze con tutta la sua ricerca precedente.
 

La mostra presenta opere inedite appartenenti a diversi momenti artistici dell’autore, cercando di dare una visione d’insieme ad una vita dedicata all’arte.

 

Home Giovanni Job